Illustrazione di Scott Panetti di Greg Groesch © Greg Groesch / Washington Times
Illustrazione di Scott Panetti di Greg Groesch © Greg Groesch / Washington Times

Stati Uniti Sospesa l'esecuzione di Scott Panetti

La Corte d'appello ha sospeso qualche ora prima dell'orario stabilito l'esecuzione di Scott Panetti.

L'uomo, 56enne, soffre da molti anni di problemi mentali (tra cui anche di schizofrenia) e deveva venir giustiziato la sera del 3 dicembre 2014. Era stato condannato a morte per un duplice omicidio nel 1992, nonstante soffrisse già a quell'epoca di gravi malattie mentali.

L'annuncio della sua esecuzione aveva suscitato grande indignazione negli Stati Uniti e nel mondo intero. L'esecuzione di una persona affetta da malattie mentali costituisce non soltanto una violazione degli standards internazionali, ma risulta ingiustificabile.

Amnesty International si è mobilitata contro questa decisione lanciando appelli e un'azione urgente. L'organizzazione esige che le autorità del Texas commutino la pena di morte in pena detentiva.

8 dicembre 2014

Oggi più che mai, proteggiamo i diritti umani

Sostengo con una donazione Oggi più che mai, proteggiamo i diritti umani